Dal Vangelo secondo Marco (1, 1-8)

 

img 22 11

Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio. Come sta scritto nel profeta Isaia:«Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via. Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri», vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvativo. E proclamava: Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».


L'Avvento è cominciato con l'invito a vigilare, a restare svegli per aspettare il Signore. Questo invito ha dato le coordinate spirituali per questo prezioso tempo fino a Natale. In questa domenica le letture della liturgia ci parlano di attesa, ricolma di speranza per ciò che deve accadere, soprattutto per Colui che deve arrivare. Un'attesa che è tempo prezioso in cui Dio stesso prepara i suoi figli ad accogliere. La vita e la predicazione di Giovanni esprimono questo tempo di preparazione per Colui che deve venire e che battezzerà (alla lettera: immergerà) nello Spirito Santo.

Siamo soliti sottovalutare il tempo della preparazione perchè si desidera arrivare subito alla conclusione; eppure il tempo della preparazione, se vissuto con cura e docilità, non solo è prezioso ma fondamentale: la preparazione scolastica è fondamentale per esprimere poi una professionalità; il bambino (e i genitori) che attendono per nove mesi la nascita sanno che questo tempo è di un'importanza vitale... Gesù ha vissuto trent'anni preparandosi alla sua missione... Potremmo moltiplicare gli esempi per illustrare che anche nel campo della fede il tempo della preparazione è "vitale" se vogliamo incontrare il Signore e se vogliamo davvero esprimerci come figli di Dio. Ecco allora che la preghiera, le opere di carità, la conversione del cuore, sono gli ambiti entro i quali veniamo come "preparati" per poter essere ciò per cui siamo stati creati. La Vergine Maria ci aiuti a vivere il tempo dell'attesa come il tempo della preparazione alle grandi opere di Dio.